Coronavirus 2019-nCoV

ORGOGLIOSE DI MARIA ROSARIA, FRANCESCA E CONCETTA

Maria Rosaria Capobianchi, Francesca Colavita e Concetta Castilletti sono le tre ricercatrici dello Spallanzani di Roma che, insieme con altri collaboratori, hanno isolato il coronavirus 2019-nCov di Wuhan. Prime in Europa, ci sono riuscite in sole 48 ore dal ricovero in istituto dei due turisti cinesi che si sono ammalati in Italia, mettendo poi a disposizione della comunità scientifica internazionale la sequenza parziale denominata 2019-nCoV/Italy-INMI1. Grazie a loro la risoluzione del problema dell’epidemia cinese che minaccia di dilagare in tutto il mondo sembra essere più vicina. L’orgoglio di tutte noi ex suocere imperfette deriva dal fatto che sono italiane, sono donne e che una di esse sia una 60+, ma è un orgoglio che tuttavia si accompagna a qualche motivo di disappunto: che, a parte questo risutato di grande impatto, purtroppo nel nostro Paese, non secondo a nessuno quanto a preparazione scientifica, la ricerca è mal finanziata ed i ricercatori son mal pagati; che per conseguenza di ciò scienziate e scienziati italiani sono stati e saranno costretti ad espatriare per svolgere le loro ricerche altrove; che sentita la notizia, in tempo zero, politici nazionali e regionali abbiano iniziato a fare la ruota di fronte ai media gettandosi come avvoltoi sul lavoro eroico di queste tre donne e della loro equipe per fare cassa di consensi. Non intendo usare questo blog per parlare di politica, però ragazze, mie certe cose te le tirano dalla bocca…