E.Hopper, Scompartimento C, car 293 (1938)

La solitudine è di tanto in tanto come una musica di sottofondo della nostra vita. Non parlo della solitudine subita, mal sopportata, mal vissuta, e che dunque non è mai un bene, ma di quella che è tout court un effetto collaterale dell’esistenza. Per noi 60+ sussistono dei fattori predisponenti. I figli sono cresciuti e spesso vivono lontano da noi. Le amiche ci sono e non ci sono, e inoltre hanno i loro problemi. Talune di noi hanno perso i loro compagni di vita, altre non ne hanno mai avuto uno, ed altre se ne sono allontanate. Infine altre ancora vivono comunque la loro condizione di incomunicabilità, intesa come lucida e serena contezza dell’impossibilità di far sì che quelli che ci vivono accanto e che ci amano possano sempre e comunque capirci sintonizzandosi con i nostri pensieri. Anche se di tanto in tanto ci capita di sentirci un po’ sole, dobbiamo imparare a pensare che la solitudine non è sempre una condizione negativa, bensì un’ opportunità che può regalarci risorse nuove e sorprendenti. Il non vivere (sempre) immerse in un mare di impegni e di relazioni, e di conseguenza il non dover sempre tenere conto dell’approvazione altrui, ci disintossica dal bisogno continuo di consenso, consentendoci inoltre di guardare dentro di noi con maggior chiarezza per interpretare le nostre emozioni, per lanciare le nostre sfide e per rinsaldare l’amicizia con noi stesse. Un po’ di solitudine cercata, goduta, valorizzata, ci rende forti, ci predispone alla meditazione, acuisce l’attenzione e la concentrazione, affina l’ingegno, promuove la creatività… Si potrebbe non essere sole e leggere un libro, scrivere, pensare, riflettere, progettare, osservare, resettare la propria mente? La risposta è ovvia: no. Ho tante amiche che, chi per scelta e chi per necessità, in solitudine viaggiano, vanno a teatro e magari anche a prendersi un aperitivo in centro, e sono sempre felici di queste loro personali parentesi con se stesse. Dunque, perché no? Purché non trasformiamo la solitudine da opportunità in isolamento…